Info Utente   Offline
Messaggi: 33
Registrato: Sep 2019
Hotel: 
Travel Points: 0


  Targhette  
Utenti Registrati
*
  Distintivi  
/!\  "Libro Di Habbo" "Il Mondo in un'alga" Ep.5 Disastro

Kamelia: <<Non c'è nulla da capire: questo test ormai è parte della mia routine! Ti faccio capire quanto i tuoi ideali antichi siano privi di razionalità, mentre le mie vendette, e tutto ciò che di brutto ho fatto, ha molta razionalità. Forse poca moralità, ma almeno si appoggiano su di una base solida.>>
Parole troppo vere e troppo giuste; Un discorso razionalissimo, ricco di significato, etica e morale, ma inascoltato da molti semplicemente perchè fatto da una Killer, odiata e disprezzata da tutti! 
Kamelia: <<Ma la colpa non è tua.. Coloro che subiranno la mia ira, sono i veri responsabili di questi insegnamenti mediocri e avidi! Ma adesso ho già perso troppo tempo appresso a te.. Meglio ritornare sui miei passi. Ci pensi tu a riportare l'uomo a galla?>>
Luana: <<Beh...non so...Forse sarebbe...>>
Kamelia: <<Lo prendo come un si; Non accetto i no sai? Addio Gallinella, ci rincontreremo sicuramente!>>
Luana: <<...Gallinella.. Io non so più che pensare... Ma è buona o cattiva? Non si capisce... Vabbe preoccupiamoci adesso di riportare quest'uomo a galla...Mi sento la sua schiava..>>

E come detto, così fece: Una volta riportato il giovane sub a galla, ormai privo di sensi, la ragazza prende la lucina posseduta dall'uomo, in modo da garantirsi una fonte di luce che potesse illuminarle il cammino... Forse era meglio l'oscurità.
La luce nitida, che garantiva un minimo di miglioramento nella vista della strada, fa risplendere il triste paesaggio di AtlHab, seppellito, distrutto, sopperito sotto il peso di un grande Yatch.. Man mano che la distanza fra Luana e la città, diminuiva, aumentava lo spazio disperato visibile, finchè la sirena non arriva a toccare, secondo lei, un edificio: in realtà la sua mano si era delicatamente appoggiata su di un volto..
Luana: <<Finalmente sono arrivata! Una serata così mai passata!..Aspetta...>>
La sirena volge lo sguardo verso la sua mano destra, esclusa dalla fonte di luce della ragazza, che avvicina quest'ultima verso il punto oscuro, e rivela la triste verità.. Il volto di un Tritone rivolto verso di lei, e che dava sostegno alla mano della ragazza.. Gli occhi semi-aperti, la pelle impallidita, l'abbandono sofferente sotto il peso delle macerie, l'inattività muscolare soffocata dalla morte.
Luana: <<Non è possibile...Ma cosa... Devo trovare il generatore della città..Immediatamente!>>

Dopo circa mezz'ora, Luana riesce a trovare il generatore che alimentava la città di AtlHab, fortunatamente illeso, sotto le macerie dell'ala est del palazzo reale. Trovato e riattivato, dopo il sabotaggio di Kamelia, la visione della città si rivelò ancor di più rabbrividevole ed inquietante: Un enorme Yatch aveva seppellito l'intera, o quasi, città di AtlHab, riportando sotto di esso solo macerie, morte e distruzione; migliaia di corpi, irriconoscibili, visibili e non, schiacciati, deformati dal peso del distrutto, destinati al deterioramento in balia delle rocce taglienti e della polvere eterna.
Luana: <<è un disastro... Non è possibile.. Come.. Pochi edifici sono rimasti in piedi, contabili sulle dita.. E quanti morti.. è tutto così triste... Questo silenzio, come se fossi sola.. Ma è davvero così? E mia madre? Oddio...MAMMA!!>>

La ragazza corre più veloce possibile verso casa sua, speranzosa del suo essere intatta, e sopratutto, era vivo il desiderio che la madre fosse rimasta illesa dal terribile incidente. Il Sole era in procinto di sorgere, garantendo un'iniziale luce nelle profonde acque oceaniche, mentre sul letto acquatico, le onde, al loro incalzare contro la spiaggia, brillavano nello schianto; Al sorgere del Sole, Luana arriva difronte casa sua, e nota che soltanto il giardino, e pezzo di una parete, erano stati intaccati dal cadere delle macerie, distanti anche diversi metri dallo yatch, e quindi dalla loro zona, originariamente collocativa.
Luana: <<Ringraziando Nettuno casa nostra è stata risparmiata... non osavo pensarci ad una fine simile... Mamma ci sei?!>>

 

21-06-2020, 17:43
 
Vai al forum: